L’ispirazione non è mancata davvero per chi ha condiviso con noi questa 5° edizione di Be-Wizard!.

Già dai primi interventi della giornata di ieri, il day one con i Big Speaker, i temi principali sono stati subito quelli più attuali: Facebook e il mobile, nelle sue varie declinazioni.

Avinash Kaushik ci ha regalato come sempre grandi momenti di ironia nel mostrare cosa non fare su Facebook e soprattutto perché non usarlo se non si ha un’anima e un’intenzione realmente social. Lo stesso social, Facebook, ma affrontato in maniera più tecnica (ottenere e misurare ROI attraverso il purchase funnel) con l’ultimo intervento di Daniele Bernardi che arriva sul palco del BE-Wizard  proprio in veste di partner engineer del social per eccellenza.

A parlare di Mobile prima John Mueller, con qualche suggerimento per rendere più Friendly i siti mobile, poi Cindy Krum che ha fatto una carrellata su alcuni metodi economici per realizzare un sito mobile e su come trattare SEO e Usability.

Ci ha parlato di App Paolo Zanzottera, nostro affezionato ospite, che come ogni anno entusiasma e diverte la platea con la sua verve, questa volta mostrando alcuni esempi di buone idee diventate App di successo.

Il Day Two si è svolto in 3 sale separate per Turismo, Business e Advanced, a seconda degli interessi dei partecipanti. Per chi aveva acquistato la Full Session la possibilità era quella di costruirsi il proprio programma personalizzato girando tra le sale.

Così abbiamo fatto anche noi, questa è la nostra selezione della mattina:

Aleyda Solis, giovane ma esperta consulente Seo di Seer Interactive  ci ha accolto nella sala turismo con il primo panel sul Mobile Seo per il turismo. Responsive Web Design,  Dynimic serving,  Parallel mobile site sono le tre possibilità per realizzare un sito mobile.  Quali sono i pro e contro delle diverse opportunità e soprattutto come calibrare la scelta perché siano in linea con le aspettative e le caratteristiche del vostro pubblico. E poi coinvolgere il pubblico e valutare sempre!

 

Giuliomario Limongelli, Managing Director per Groupon Italia dalla Sala Business che ha parlato  di Non solo coupon. Ma chi è Groupon? Nata nel 2008, oggi lavora in 48 paesi nel mondo con 200 milioni di clienti di cui 10 milioni in Italia. Il suo target è prevalentemente giovane, dinamico e ricettivo ma coinvolge sempre più consumatori fino ai 70 anni, con un 60% di pubblico femminile ed un reddito medio di circa 38mila euro annui.  Dalle domande emerge  anche che Groupon aiuta i merchand a fidelizzare i clienti (fino al 90% nel comparto estetico).

 

Hannah Smith Seo Consultant di Distilled dalla sala Advanced ci ha  spiegato come si crea un profilo  di link popularity  “naturale” dopo l’avvento di Penguin. Il suo brillante intervento ci ha aiutato a capire come  fare diagnosi accurate per capire a che livello avviene la penalizzazione (keyword level, page level, site wide) e cosa fare una volta individuato il problema. Per riassumere cita Matt Cutts ed un concetto molto semplice: “L’obiettivo non è far sembrare i vostri link naturali ma creare link realmente naturali.”

 

Francesco Tinti, AdWords Specialist  ancora dalla sala Advanced con le sue 16 affilatissime lame per migliorare il marketing a risposta diretta coinvolge un membro del pubblico per creare una strategia di marketing in 20 minuti da utilizzare per realizzare campagne di AdWords. Le sue 16 lame: le relazioni, verbi e immagini, emozioni (sensazioni, vizi, virtù), tipo di affermazioni (domande, affermazioni, comandi, condizioni, citazioni), tempo (passato, presente, futuro), paura/desiderio (paura, desiderio, paura+desiderio), futuro, abilità, identità (chi sono, cosa credono, cosa sono capaci di fare, cosa fanno), prove, numeri, aspetti linguistici, nomi, luoghi (reali e immaginari), offerte DRM, annunci.

 

Dopo la pausa pranzo non poteva che essere Avinash la nostra prima scelta  per mantenere alta l’attenzione, nonostante l’argomento non fosse dei più facili. Dalla sala business ci ha illuminato sui migliori KPI nelle grandi, medie e piccole imprese. Avinash ci spinge a pensare alle metriche considerando: Acquisizione, Comportamento degli utenti e impatto sul business (tasso di conversione).  Piccole, medie e grandi imprese andranno ad ottenere queste informazioni attraverso metriche specifiche.

 

Dopo il coffee break il pomeriggio è proseguito nella sala Business con:

David Sottimano, Seo Consultant presso Distilled con alcune strategie per il successo delle PMI nel 2013. David ha analizzato il mercato del posizionamento organico in Italia, cercando di identificare quali sono le opportunità, i potenziali competitor e quali le difficoltà, ricordando che per ottenere risultati con il SEO occorre parecchio tempo, per risultati immediati c’è AdWords.

 

A concludere la giornata nella sala advanced ancora una Tavola Rotonda con John Mueller, Hannah Smith, David Sottimano, Aleyda Solis, Gianluca Fiorelli e Piersante Paneghel per le ultime domande tecniche.

 

Ore 18.30 circa:  il Be-Wizard! 2013 è ormai terminato. Dopo i saluti ufficiali, quelli agli amici nuovi o ritrovati, dopo aver condiviso due giorni intensi e ricchi di contenuti non ci resta che ringraziare tutti, davvero tutti per aver scelto di lasciarvi ispirare.

Arrivederci al prossimo anno!