Seconda giornata di BE-WIZARD! 2016 e nuova full-immersion nei temi della Digital Marketing Automation. Dopo l’apertura dei lavori di ieri, nella sessione plenaria, le strade del BE-WIZARD si sono divise e ci hanno guidato alla scoperta delle ultime novità nel campo dell’automazione digitale.

I percorsi di approfondimento hanno previsto come di consueto i focus su turismomarketing territoriale, ecommerce e Advanced, con l’apporto delle due nuove sale: food marketing e revenue management. Anche la libertà di comporre il proprio percorso formativo è rimasta la stessa e per questo motivo, vogliamo lasciare spazio ai vostri contributi sui canali social, che hanno raccontato l’ottava edizione del BE-WIZARD.

Punti di vista differenti al #bewizard

Una foto pubblicata da Marco 📷 Conti (@cromaticon) in data:

Gente che viene gente che va al #bewizard

Una foto pubblicata da Marco 📷 Conti (@cromaticon) in data:


Chiusi i lavori nelle aule specializzate, il pubblico del BE-WIZARD! 2016 è tornato ad affollare la sessione plenaria, dove ad accoglierlo ha trovato il direttore e cofondatore di TAG Innovation School, Alessandro Rimassa. Il digitale è in grado di cambiare le nostre vite perché ci permette di utilizzare un approccio data-driven per costruire un’economia che riporta le persone al centro del sistema. La potenza del digitale, inteso in questa maniera, sta nella sua capacità di restituire al consumatore la sua carica umana. Le decisioni delle persone contribuiscono a mettere a repentaglio il futuro delle aziende che non sanno adeguarsi, creando opportunità per quelle che invece sono in grado di coglierle. Questa è l’essenza della disruptive innovation. Non cogliere il cambiamento è legittimo ma coglierlo è la nostra unica ancora di salvezza. Parole che pesano come un macigno se accompagnate dal logo della Kodak proiettato sullo schermo. “O cambi o muori!” è questo il drastico monito di Rimassa, ultimo relatore a intervenire in questa due giorni di Digital Marketing Automation.

“Una persona che non ha mai sbagliato è una persona che non ha mai provato nulla di nuovo.”

(Albert Einstein)

Il finale con gli ideatori del BE-WIZARD! sul palco, è stato l’antipasto del Question Time, con Mathew Sweezey, Gary Angel, Fabio Sutto, Nicoletta Polliotto e Giovanni Cappellotto a rispondere alle domande dei partecipanti, poste su Twitter con l’hashtag #bewizard.

Arrivederci al 2017!