proximity+

Abbiamo fissato l’appuntamento in agenda. Il 15 e il 16 aprile saremo a Rimini con il nostro Marketing di Prossimità per partecipare all’ottava edizione del BE-Wizard!, l’evento, formativo e informativo, dedicato alle più innovative soluzioni di marketing. Il BE-Wizard! anche quest’anno darà voce ad oltre 50 esperti del web. “Automation” sarà il tema centrale di questa nuova edizione, ovvero l’ottimizzazione dei risultati delle azioni pianificate in rete, un modo per salvaguardare il tempo e il talento intellettuale delle persone.

E se vi dicessimo “il contenuto giusto, al momento giusto, alla persona giusta” che cosa vi viene in mente? A noi, solo il marketing di prossimità: la soluzione innovativa che ci permette di collegare il mondo reale a quello online.

Abbiamo approfittato dell’occasione per fare due chiacchiere con Luca Bove, esperto di Local Search, conoscere il suo pensiero riguardo il proximity marketing e capire se nel prossimo futuro le marche e le aziende commerciali non potranno fare a meno di questa nuova tecnologia.

Luca Bove, è stato eletto nel 2011 “uomo SEO dell’anno” e sarà tra gli speaker di BE-Wizard! 2016. Luca si occupa di Local Search, progettazione tecnica di siti web Search Engine Friendly, strategie e tattiche per Link Earning.

1 – Ciao Luca, come sta cambiando il modo di farsi trovare delle aziende su internet e sui motori di ricerca?

Oramai i motori di ricerca sono diventati i nostri assistenti personali, quando c’è un dubbio, una domanda o una perplessità ci rivolgiamo a loro. Talvolta anche senza spirito critico, purtroppo, ma questo è un altro discorso.
Facciamo domande ai motori di ricerca, non solo per acquistare un prodotto o un servizio, ma anche per capire qual è quello migliore, quello che più si adatta alle nostre esigenze in quel momento, ecc.
Le aziende devono quindi essere lì, intercettare tutte quelle domande, nel momento giusto. Se fatto bene, è una grossa opportunità! Da considerare che il punto di partenza per le ricerche non è più solo Google. Se cerco un hotel potrei fare una ricerca su Booking, se sono in modalità shopping, potrei farla su Amazon, se cerco un’attività nei dintorni su Google Maps o Apple Maps. Il mondo della ricerca è diventato molto più complesso.

2 – Quali sono le esigenze che intercetti nel mondo delle aziende con cui sei in contatto?

Ottenere nuovi clienti, di alto profilo con facilità ed a prezzi contenuti.
Ma questo è il mondo dei sogni.
In realtà applicando bene tutte le strategie e le tattiche di Digital Marketing, e profilando bene i propri clienti si può riuscire.

3 – Come pensi che la Local Search possa essere applicata nel variegato mondo delle app mobile?

Il mondo Mobile è Local per definizione. La media delle ricerche con intenti locali effettuate su smartphone (sia sui browser che sulle app) si avvicina al 50%. L’aumento dell’uso dello smartphone produce un aumento delle ricerche locali. Diventa quindi importante comprendere quali app utilizzano i nostri clienti, quali sono gli stimoli che li portano ad effettuare una ricerca e quindi preparare un piano per una presenza adeguata su quelle applicazioni.

4 – Cosa ne pensi della tecnologia beacon e delle sue implicazioni a livello di erogazione del contenuto giusto nel posto giusto e alla persona giusta?

E’ una tecnologia molto promettente, e il consumatore odierno che è diventato molto esigente si aspetta di avere il contenuto adeguato in base al posto in cui si trova. Abbiamo modo così di veicolare contenuti (pubblicitari, ma non solo) molto mirati, che siano di effettiva utilità per chi li riceve. La prospettiva è veramente interessante.

5 – Soprattutto in ambito Retail e GDO ma anche in ambito Museale e Congressuale c’è forte interesse per tutto ciò che è marketing di prossimità. Si avverte un forte bisogno di contenuti mirati basati sul posizionamento dell’utente. Secondo te, questo tipo di approccio è destinato a diventare uno standard, un passaggio imprescindibile?

Sicuramente il marketing di prossimità sarà un passaggio imprescindibile poiché risponde a delle esigenze reali e attualmente siamo ancora agli inizi e in fase embrionale. Dobbiamo convincere gli utenti a scaricare delle app apposite e a darci il permesso di accedere ai loro terminali. Nel settore stanno cercando di entrare anche Big Player anche senza beacon, chi con gli assistenti personali intelligenti (come Google Now, Siri e Cortana) chi allargando le maglie social come Facebook. Ne vedremo delle belle nel prossimo futuro.

6 – Local Seo e Marketing di Prossimità sono 2 facce della stessa medaglia?

Decisamente si. Semplificando parecchio: con la Local Search riesco ad intercettare l’utente che ancora non conosce (e che conosce appena) la mia impresa, sono tipicamente in una fase di “acquisition”, mentre con il marketing di prossimità sono nella fase di fidelizzazione o di miglioramento dell’esperienza dell’utente che in qualche modo già ci conosce. Andrebbero usate insieme, nel posto giusto e al momento giusto. Dall’esperienza mi sembra molto più bistrattata la parte di Local Search rispetto al marketing di prossimità.

7 – Cosa ci riserva seconde te il futuro in termini di strategie di comunicazione e di advertising?

Questo settore corre talmente tanto in fretta che si fa molta fatica a stargli dietro e a fare previsioni. Quello che posso prevedere è sicuramente una maggiore “intelligenza” negli strumenti, e molta più automazione per essere sempre più chirurgici nell’individuare il target e “conversare” con loro in maniera precisa e nei momenti giusti.

8 – Siamo molto curiosi, che ne dici di concludere questa chiacchierata con qualche anticipazione sul tuo intervento al BE-Wizard!?

Parlerò di Local Search per il settore della Ristorazione. Partendo dall’esperienza di Local Strategy.it, in parte poi riportata nel mio libro parlerò di alcune tecniche per aumentare il numero di clienti nei ristoranti con questi strumenti di geolocalizzazione. Per un pubblico esercizio questo strumento vale moltissimo ma è anche quello meno considerato!

bewi

Turismo, e-commerce e food. BE-Wizard! è un evento dedicato a tutti gli operatori del settore e non solo, anche ai più curiosi, agli innovatori e a tutti coloro che vogliono investire per aumentare il proprio business!

Se volete saperne di più sul nostro marketing di prossimità ci troverete il 15 e il 16 Aprile a Rimini, dove risponderemo alle vostre domande ma nel frattempo, vi invitiamo a consultare il nostro sito web.

Concludiamo ringraziando tanto Luca per la sua gentilezza e disponibilità, a presto.