Riaprono i battenti, iniziano a girare le sliding doors del Palacongressi di Rimini e tornano a popolarsi le varie sale tematiche per il secondo giorno di BE-WIZARD! 2017. Dopo l’apertura dei lavori di ieri nella sessione plenaria, i partecipanti hanno potuto approfondire il tema dell’esperienza digitale attraverso i consueti percorsi formativi specializzati.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Cinque diversi focus sulle novità digitali riguardanti Turismo, Marketing Territoriale, Food, E-commerce e gli argomenti di web marketing più innovativi della seduta Advanced. Tanta libertà di decidere come approcciarsi agli ultimi trend di Digital Experience, grazie all’apporto dei migliori professionisti e relatori del momento. Spazio quindi al vostro racconto del BE-WIZARD! 2017 attraverso i social, iniziando dalla fotografia in movimento realizzata da Datalytics.

Giornata ricca di spunti quella del sabato di BE-WIZARD!. Avvio subito interessante per i molti albergatori presenti in Sala Turismo, alle prese con alcuni esempi pratici di strategia digitale. Dal revenue management spiegato da Gian Marco Montanari (Country Manager Ericsoft Italia) al debutto sul palco dell’evento di Marco Baroni, A.D. di TITANKA!, che ha illustrato i passaggi cruciali, del processo di automatizzazione della comunicazione con i clienti del settore turistico. Molta attenzione, per le implicazioni collegate al diritto d’autore sui contenuti utilizzati nei canali web, è stata dedicata allo speech di Federica De Stefani avvocato ed esperta in diritto della rete. Gran finale con gli interventi di due nomi molto noti del panorama digitale italiano: Mirko Lalli, alle prese con il tema del momento, i chatbot e con due casi di studio presentati da Giorgio Soffiato.

Il design dell’esperienza della promozione turistica ha dato il via ai lavori della sessione Welcoming Cities con Maurizio Goetz ad aprire la strada al case history della Farm Cultural Park di Favara, presentato dal direttore creativo Andrea Bartoli. Focus continuo sulle città e sulla gestione del patrimonio con gli apporti di Simona MaglianiRoberto CorbiaAlessio Re e Luca Fois.

Nella sessione business si parte dalla commistione che dovrebbe essere naturale, tra storytelling ed e-commerce con l’intervento di Gabriele Qualizza ad introdurre lo speech, assolutamente in linea con il tema di questa edizione, di Andrea Saletti sull’esperienza di acquisto online. Tema approfondito da Mirko Bisetto che ha delineato le nuove aspettative del consumatore digitale e Alessandro Martin alle prese con gli interventi necessari da apportare al proprio e-commerce per migliorare il tasso di conversione.


Sessione Advanced sempre più seguita e frequentata dagli addetti ai lavori che vogliono conoscere i segreti dei migliori web marketer. Tecniche SEO avanzate quelle presentate da Gianluca Fiorelli e Fabrizio Ventre, per la keyword research e la link building. Molto specifici gli interventi di Emanuele Chiericato e Riccardo Rodella, sulle possibili penalizzazioni derivanti dall’attività di affiliate marketing e sulla gestione integrata e performante di più account pubblicitari.

Food di nuovo protagonista al BE-WIZARD! dopo l’esordio dello scorso anno. Si parte con un tema sociale, quello della riduzione degli sprechi e dell’educazione alimentare con Stefano Colmo di Slow Food e Marco Lucchini del Banco Alimentare Onlus. Di nuovo spazio ai social network e al lato visual della comunicazione con gli apporti di Fabrizio Todisco e Valentina Vellucci. Local SEO e copywriting per il settore agroalimentare sono i punti toccati dagli interventi di Luca Bove e Alessandro Cappellotto

Tutti i relatori sul palco per il momento Q&A e per i saluti finali, quest’anno davvero significativi perché si tratta di un arrivederci alla prossima edizione, la decima dell’evento di web marketing più completo in Italia… Lunga vita al BE-WIZARD!, e al prossimo anno!